Hotel à monte argentario

5 cose da vedere all’Argentario

In una giornata invernale, quando piove oppure quando semplicemente non si ha voglia di stare sulla spiaggia, all’Argentario ci sono moltissime cose da vedere, basta conoscerle. Ecco 5 consigli per passare un pomeriggio diverso.

1. Le misteriose grotte

L’intero promontorio è composto da mucchi di detriti calcarei che con il tempo hanno subito un’erosione formando numerose grotte con presenza di stalattiti, stalagmiti, laghetti sotterranei, gallerie e cunicoli che furono abitati in epoca neolitica. Per esempio la Grotta dei Santi, nell'omonima cala, si apre nella costa sud-orientale dell’Argentario ed è caratterizzata dalla presenza di reperti preistorici oggetto di studi fin dagli anni cinquanta del XIX secolo. La Grotta degli Stretti (del Granduca)[44] o Grotta di Punta degli Stretti, posta lungo la strada provinciale 161 che da Orbetello conduce a Porto Santo Stefano, scoperta nel 1842 è caratterizzata dalla presenza di laghi interni con numerose sale e gallerie, mete di frequenti escursioni.

2. Il convento dei frati passionisti

Se si sale un po’ verso la punta del monte Argentario ulla strada che dal convento della Presentazione al Tempio porta a Punta Telegrafo si incontra il convento dei frati passionisti. Da qui si può godere della splendida vista e si possono fare delle belle passeggiate nel bosco, fino a raggiungere la Croce monumentale, che si illumina  quando scende il sole. Costruita nel 1934 per volere dei frati e della popolazione fu distrutta dai bombardamenti alleati nel 1944 e ricostruita nello stesso punto e sullo stesso basamento nel 1948.

 

3. I Bagni di Domiziano  

Nei pressi di Santa Liberata, in località Villa Domizia, si trovano i resti di una villa Romana risalente al I sec. a.C. edificata dai Domizi Enobarbi, famiglia dell'imperatore Nerone. La villa era dotata di una peschiera per l'allevamento del pesce, le cosiddette cetariae, con un complesso sistema di cisterne, gallerie, serbatoi, piscine termali e strutture portuali. Un portolano del III sec. d.C. (Itinerarium maritimum, dall'Itinerarium Antonini)[48] ricorda che il luogo era segnalato col nome di Domitiana positio, in un elenco di approdi e porti risalente all'età imperiale. Nel 1572 sopra i ruderi romani fu costruita la torre di Santa Liberata che nella parte superiore fu distrutta dai tedeschi nel 1944 durante la seconda guerra mondiale.

 

4. Le ville del promontorio


Dopo Porto Santo Stefano inizia la strada panoramica che circonda il monte Argentario dove oltre alla magnifica vista si può dare una sbirciata alle lussuose ville costruite sulla costa, a volte proprio a picco sul mare.

 

5. Il percorso panoramico di porto Ercole

Vale la pena spostarsi dall’altro lato del monte per visitare il paese di Porto Ercole, che dal gennaio 2014, è stato inserito tra i borghi più belli d'Italia. Il nucleo storico è racchiuso all'interno della cinta muraria, poi il Giardino Corsini, nel quale si trovano numerose rarità botaniche tropicali.
Proseguendo è possibile visitare la Rocca, raggiungibile attraverso una deviazione dalla strada panoramica: la fortificazione, è stata costruita a più riprese tra il periodo medievale e l'epoca rinascimentale attorno a strutture preesistenti. All'angolo nord-orientale della rocca si eleva l'ottocentesco Faro di Porto Ercole.
Altra destinazione degna di nota è il cinquecentesco Forte Stella, possente ma elegante fortificazione a sei punte, ciascuna delle quali svolgeva in passato funzioni di avvistamento nell'ambito del sistema difensivo dello Stato dei Presidii: dalle antiche postazioni di guardia è possibile scorgere ancora oggi un panorama mozzafiato. Su un'altura a nord-ovest del Forte Stella e a ovest dell'abitato di Porto Ercole sorge la quattrocentesca Torre dell'Acqua, mentre lungo la costa a ovest è distinguibile in posizione dominante la più lontana Torre Avvoltore.

Fonte: wikipedia.it, http://www.comunemonteargentario.gov.it/, http://www.turismo.intoscana.it

 

Video FR

Andrea

Atmosfera magica e posizione incantevole. Il posto ideale per una fuga romantica

Alla scoperta dei colori e dei sapori della Maremma Toscana

Una straordinaria occasione per scopire il lato più suggestivo della Maremma.

Offerta valida per 2 persone 3 notti in camera standard lato mare

  • 3 Notti in camera doppia lato mare con balcone
  • Colazione a buffet 
  • Quotidiano preferito al mattino
  • Tour attraverso la Maremma Toscana con visita di 1.5 ore alla Cantina Monteverro ai piedi del villaggio di Capalbio con degustazione dei migliori vini

Oppure
Visita al Parco dell’Uccellina alla scoperta della Natura con Merenda “Maremmana” con degustazione di vini ed assaggi di formaggi e salumi tipici presso l’Agriturismo “Il Duchesco” ad Alberese
Oppure
Degustazione vini e salumi del territorio presso il nostro giardino dell'Hotel dinnanzi a un panorama mozzafiato. 

Le visite richiedono un anticipo di prenotazione di 7 giorni per questo motivo è necessario indicare in fase di prenotazione la soluzione scelta e la data e ora preferenziali per effettuarle. 
Termini di cancellazione.
In caso di cancellazione oltre i 2 giorni prima dell'arrivo addebito del 30% del totale soggiorno.
In caso di cancellazione il giorno stesso di arrivo, no Show o partenza anticipata verrà addebitato il soggiorno per l’importo totale.

MariaB

Ci sono luoghi talmente magici da sembrare irreali. Torre di Cala Piccola è sicuramente un hotel magico, talmente bello da sembrare irreale, da provare almeno una volta nella vita